Messaggi

Non sei identificato sul sito.

Ultimi Commenti

  • Si riparte dal fondo
    moviolone moviolone
    ma Tu non avevi messo quello della gara prima??? confuso.

    Leggi tutto...

     
  • Si riparte dal fondo
    Andrea Del Vanga Andrea Del Vanga
    l'avevo gia' messo io...come al solito non mi leggi :P :-)

    Leggi tutto...

     
  • Si riparte dal fondo
    moviolone moviolone
    https://www.youtube.com/watch?v=VtO7kZqMqmE ma mi volete dire ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    maggiora maggiora
    Splendida notizia,da qui ad ottobre e' ancora lunga ma spero ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    Meisk Meisk
    Probabilmente la migliore notizia sul mondo Celtics dell'intera ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    Andrea Del Vanga Andrea Del Vanga
    Articolo di Bulpett sull'Herald ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    giuseppe61 giuseppe61
    Ma la notizia più importante è che evidentemente l'anno ...

    Leggi tutto...

     
  • Around The Nba: Prime Sorprese (Est)
    Andrea Del Vanga Andrea Del Vanga
    Notizia di giornata....Smart dovrebbe rientrare contro Chicago ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    TheRock TheRock
    Benone!! Non vedo l'ora di riabbracciare un po' di gente :)

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    roberto roberto
    p.s. la partita contro i bulls verrà trasmessa da sky

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    Zio Trifoglio Zio Trifoglio
    bellissima notizia, tutti a Milanoooooooooo :lol: :lol ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    Analfabbasket Analfabbasket
    Presente!!!!!!

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    cipriani cipriani
    Ottima notizia! Presto x organizzare ma x il raduno c ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    pagliardo pagliardo
    bene, sarà bello più rivedere voi che i celtics in un'amichevole ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    Andrea Del Vanga Andrea Del Vanga
    beh....vuoi mettere il fascino del campionato con una semplice ...

    Leggi tutto...

     
  • Celtics di nuovo in Italia
    greenpride greenpride
    ... ma se i Celtics vengono a Milano, come faccio poi a trovare ...

    Leggi tutto...

In America, ormai lo sapete tutti, sta impazzando la "Ice Bucket Challenge": la "Sfida del Secchio di Ghiaccio". Divi del cinema e della musica, personaggi della politica e campioni dello sport, tutti vengono travolti dalla mania che con la scusa di un giochino apparentemente superficiale porta grandi benefici alla lotta contro una delle malattie più terribili di questo secolo.

Il 4 luglio scorso ha segnato il settantacinquesimo anniversario di uno dei momenti più noti nella storia dello sport americano. Quel giorno uno dei più grandi giocatori di baseball, Lou Gehrig, giocò la sua ultima partita e si rivolse al pubblico dello Yankee Stadium con queste parole: "Cari tifosi, nelle scorse settimane avete letto sui giornali quanto io sia sfortunato. Invece, oggi mi 4a3f5170-2310-11e4-94d2-5dcb70d1bcc5 tempice-bucket-team-dsp-approved-nfl mezz 1280 1024considero l'uomo più fortunato sulla faccia della terra".
Qual'erano la sfortuna di Gehrig? Gli era stata diagnosticata la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, malattia neurodegenerativa progressiva che in America è nota anche come "Morbo di Lou Gehrig", ma il campione si considerava fortunato per tutto quello che la vita gli aveva regalato fino a quel momento: dei genitori fantastici, una moglie unica, la fortuna di essere amato e rispettato da compagni ed avversari.

In occasione dell'anniversario un tifoso bostoniano affetto da SLA ha "ripreso" l'idea "Ice Bucket Challenge": è un ex giocatore di baseball a Boston College, si chiama Pete Frates, e la malattia gli è stata diagnosticata nel marzo del 2013. Conscio di avere un'aspettativa di vita compresa tra i dodici mesi ed i quattro anni ha provato a sensibilizzare l'opinione pubblica con un'idea forse sciocca ma sicuramente d'impatto: chi viene "nominato" ha 24 ore di tempo per "postare" su uno dei maggiori social network – Facebook, Twitter, Instagram – una registrazione in cui si rovescia una secchiata di acqua e ghiaccio sulla testa, altrimenti deve versare del denaro in favore della ricerca sulla malattia. Inutile dire che nella maggior parte dei casi chi fa una cosa fa anche l'altra, ma l'effetto domino con la "sfida" raccolta da tante celebrità e da tantissime persone comuni ma speciali ha permesso alle donazioni di raggiungere picchi mai registrati in passato. Lo stesso Frates si è sottoposto alla prova il 29 luglio scorso, facendosi versare la "secchiata" dalla moglie Julie.Rondo bucket

La "ALS Association", una delle maggiori organizzazioni di utilità sociale senza fini di lucro che raccoglie denaro per la ricerca sulla malattia e per l'assistenza ai pazienti, tra il 29 luglio, data dell'"Ice Bucket Challenge" di Pete Frates, ed il 14 agosto ha incassato 5,5 milioni di dollari contro i 32,000 dello stesso periodo nel 2013. Al 20 agosto la cifra aveva doppiato i 31 milioni di dollari e Barbara Newhouse, presidente dell'associazione, ha dichiarato di essere fortemente colpita dal livello di empatia, generosità e senso dell'umorismo mostrati da chi ha preso parte all'iniziativa.

Decine e decine di "VIP" si sono esibiti nella "secchiata": tra essi Michael Jordan, LeBron James, Tom Hanks, Oprah Winfrey, Lady Gaga, Bill Gates. E siccome l'epicentro del fenomeno è Boston, le squadre professionistiche cittadine sono state le più attive, con il proprietario dei Bruins Jeremy Jacobs e quello dei Patriots Robert Kraft, a sottoporsi alla "doccia fredda" nonostante un'età non verdissima. I Celtics, ovviamente, non sono stati da meno: il proprietario Wyc Grousbeck, il general manager Danny Ainge, coach Brad Stevens, i veterani Rajon Rondo e Jeff Green, le matricole Marcus Smart e James Young, il nuovo arrivo Evan Turner, tutti si sono rovesciati o fatti rovesciare la canonica dose di acqua gelida e cubetti di ghiaccio. Persino Larry Joe Bird, che ha perso mamma Georgia nel 1996 proprio a causa della sclerosi laterale amiotrofica, ha accettato la sfida, sorbendosi la "secchiata" mentre sedeva sul bordo di una vasca indossando felpa degli Indiana Pacers, calzoncini e degli inquietanti calzini bianchi.

La moda ha preso piede anche in Italia "contagiando" diverse celebrità: Laura Pausini, Michelle Hunziker, Mario Balotelli, Andrea Bocelli e Jovanotti. Fiorello ha lanciato il guanto al premier Matteo Renzi, mentre l'ex calciatore dell'Inter Marco Materazzi si è distinto in una delle secchiate più simpatiche e coatte allo stesso tempo: ha sfidato Zinedine Zidane che nella finale del Campionato Mondiale di calcio del 2006 lo aveva colpito con una testata, e poi si è rovesciato sulla testa una cascata d'acqua e ghiaccio usando un secchio estemporaneo: la Coppa dei Campioni, trofeo che Zidane non è mai riuscito a raggiungere.

Non sono mancate le voci contrarie alla "challenge": chi teme che il padrone di Facebook, Mark Zuckerberg, intaschi denaro da un'iniziativa benefica, chi si è lamentato dello spreco dell'acqua nel momento in cui il Nord della California o il centro dell'Africa sono vittima della siccità. Alcune obiezioni sono comprensibili se non addirittura condivisibili, come quelle dell'esuberante Pamela Anderson che, da attivista del PETA ("People for Ethical Treatment of Animals"), ha dichiarato di non volersi sottoporre alla "sfida" in quanto la ricerca sulla SLA viene effettuata anche sugli animali.

Personalmente, vedo l'eventuale vantaggio economico per Zuckerberg o per gli altri azionisti dei maggiori social network come un "danno collaterale" di marginale importanza se paragonato al beneficio reale di cui può godere la ricerca. E penso che le accuse di spreco d'acqua siano ridicole soprattutto se avanzate da chi non si fa alcuno scrupolo nell'ingoiare una bella fetta di chin081414frates liv2torta senza preoccuparsi della fame nel Darfur o nel Burkina Faso. Per quanto rispetti il punto di vista di Pamela Anderson e di chiunque voglia proteggere gli animali, poi, ritengo che solo chi ha potuto vivere da vicino il dramma di una malattia neurodegenerativa capisca completamente l'importanza della ricerca. E' doveroso ridurre e se possibile evitare le sofferenze degli esseri viventi, umani o meno. E mi auguro che Pamela non debba mai cambiare opinione nel momento in cui uno dei suoi figli rimane vittima di un male terribile...
L'Ice Bucket Challenge è importante non solo per il denaro raccolto, ma anche perché in modo spensierato getta luce su una malattia rara ed avvicina il grande pubblico ai problemi quotidiani dei malati – non solo di SLA - e dei loro familiari.

A Pete e Julie Frates, che a settembre accoglieranno il loro primo figlio, è dedicata oggi una partita di baseball in onore del 75° anniversario dell'addio di Lou Gehrig. L'incontro si tiene nel sobborgo bostoniano di Cambridge: al St. Peter's Field, gli atleti vestiranno uniformi d'epoca.

Pete purtroppo non potrà ripetere le parole del grande Lou, perché non è più in grado di parlare né di muoversi. Non riuscirà a vedere suo figlio o sua figlia crescere, andare al liceo, giocare a baseball come aveva fatto lui, perché il "morbo di Lou Gehrig" non ti dà scampo e non ti dà molto tempo. Ma la sua idea ha spostato l'attenzione del grande pubblico su un grande problema e su una nobile causa, e per questo tutti dovremo essergli sempre grati. Frates, che idolatra il campione degli Yankees al punto di aver richiesto un suo poster in camera, sa che non vedrà il giorno in cui l'umanità troverà la cura per la sua malattia. Eppure, pensando a quando suo figlio avrà 25 anni, ha dichiarato: "Voglio che il centesimo anniversario del discorso di Lou Gehrig sia la celebrazione di un uomo coraggioso che ha portato la torcia di una malattia alla quale è stata trovata una cura, non una triste memoria del fatto che in un secolo nulla è cambiato".

Anche se di solito qui raccontiamo di "eroi" e di canestri, per una volta il nostro spazio è dedicato ad altri guerrieri, quelli silenziosi, quelli che combattono battaglie impossibili tra le pareti di una camera. C'è modo migliore per usare una colonna di I Am A Celtic?

Commenti   

legend79
#1 legend79 2014-08-23 15:23
Personalmente la trovo una bellissima iniziativa...qualsiasi modo per raccogliere fondi per una ricerca o fondazione benefica va bene...se poi è anche carina e divertente tanto meglio...

Sulle voci contriarie a queste iniziative sono sempre perplesso...poi quelli che tirano fuori argomentazioni impossibili da sentire...meglio sorvolare...

Piccolo O.T. da juventino quale sono Zidane la coppa campioni l'ha vinta...non con noi purtroppo ma con il Real Madrid...2002...segnado anche un gol che forse è il più bello della champions...
Michele Pulcini
#2 Michele Pulcini 2014-08-23 15:25
Citazione:
C'è modo migliore per usare una colonna di I Am A Celtic? (Legend)
No, tanto meno in un piovoso fine settimana di agosto.

In un periodo in cui i super atleti di tutti gli sport sono gli idoli soprattutto dei giovani, un loro impegno a favore dei malati mi pare importante.

Se poi i politici di ogni schieramento si ricordassero di quanto sia fontamentale per la civiltà umana la ricerca scientifica rispetto ad altre tipologie di spesa pubblica (in questo periodo di scatenamento anche di Ebola ancora di più), allora magari riusciremmo ad alleviare qualche sofferenza nel mondo.

Fine del pistolotto .... :D
vagabond
#3 vagabond 2014-08-23 18:26
L'idea è geniale. Sfruttare l'idiozia collettiva delle catene di youtube per raccogliere fondi. Non c'è bisogno di dire che (ovviamente, generalizzo) la gente fa l'ice bucket challenge non lo fa perchè grande iniziativa benefica, ma ne più ne meno con le stesse motivazioni di harlem shake o gnamgnam style o come diavolo si scrive (è figo, è su youtube o facebook, lo fa la gente famosa, lo fanno tutti, quindi, lo voglio improvvisamente fare anch'io). E' un momento (spero breve, ma non credo) in cui la cultura e la sensibilità sono ai minimi da tempo, e si continua a scavare: geniale l'idea di sfruttare questo per rigirare la frittata e raccogliere fondi.
Legend
+1 #4 Legend 2014-08-23 19:15
Citazione legend79:
Piccolo O.T. da juventino quale sono Zidane la coppa campioni l'ha vinta...non con noi purtroppo ma con il Real Madrid...2002...segnado anche un gol che forse è il più bello della champions...


Avrei dovuto controllare...Materazzi non è attendibile nemmeno negli scherzi...del resto era lui quello che alla vittoria in campionato danzava cantando "lo scudetto degli onesti"...

Non sono poi d'accordo nelle generalizzazioni, men che meno in questo caso. Se vediamo sempre il lato negativo e mai quello positivo, forse il problema non è nella "idiozia collettiva" o nella "cultura e sensibilità ai minimi", ma molto più vicino.
vagabond
#5 vagabond 2014-08-23 19:22
Citazione Legend:

Non sono poi d'accordo nelle generalizzazioni, men che meno in questo caso. Se vediamo sempre il lato negativo e mai quello positivo


Io ho guardato infatti il lato positivo della genialata... :)
maggiora
#6 maggiora 2014-08-23 19:27
Leggevo su un quotidiano proprio stamattina che mentre in America alla secchiata d'acqua nella
maggior parte dei casi fa seguito la donazione,tanto che per la ricerca sarebbero gia' stati raccolti
40 milioni di dollari,dalle nostri parti la cosa e' stata presa piu' che altro come un gioco e le donazioni scarseggiano visto che la somma raccolta per la ricerca e' di appena 33000 euro.
Da noi, come spesso accade,un 'iniziativa lodevole viene utilizzata dai piu' per esibizionismo e
nel caso dei vips o presunti tali per farsi un po' di pubblicita' gratuita.
rentboy81
#7 rentboy81 2014-08-23 20:19
Ma infatti gli italiani hanno l'aria di chi lo fa perché è alla moda (vedasi Santarelli) non conoscendo neanche la genesi del tutto. Sempre più fiero di tifare una squadra di Boston. Ps credo che Matrix (geniale anche il scambio di maglie) la coppa l'abbia usata come sua ossessione più che come messaggio a zizou
pagliardo
#8 pagliardo 2014-08-23 22:42
non ci posso fare niente, sono lieto se vengono raccolti soldi per la sla, quà a udine l'udinese tramite la moglie del presidente pozzo si è occupata della questione sla, con donazioni e iniziative che hanno coinvolto anche un nostro ex, il povero stefano borgonovo.

ma il gregge proprio mi mette tristezze, tutti a seguire le masse in iniziative di una stupidità disarmante.

infine per quanto conscio dei difetti di noi italiani e assolutamente non patriottico, sono un po' infastidito dal leggere la solita retorica antiitaliana.
Michele Pulcini
+4 #9 Michele Pulcini 2014-08-24 07:11
Giusto per sottolineare come, ancora una volta, IAAC riesca ad anticipare i temi di attualità, OGGI sulle pagine de IlSole 24 Ore (pagina 13 per chi fosse interessato) una analisi interessante che puntualizza anche le differenze fiscali tra noi e, per esempio, gli USA.

Intanto la precisazione delle cifre: dal 21 al 23 agosto sono stati raccolti in Italia 70.000 € , mentre negli USA dal 29 luglio al 21 agosto 41,8M$ rispetto ai "soli" 2,1 nellostesso periodo di un anno fa, quindi tutta questa risonanza funziona, almeno da loro.

Poi il fisco: se è vero che give back è un dovere morale più sentito oltre oceano, è anche vero che dedursi interamente la donazione mette voglia certamente di più rispetto a uno striminzito 19% di detrazione.

Scusatemi per il tecnicismo, vorrei i nostri politici più attivi in parlamento a questo proposito che sui media.
greenpride
#10 greenpride 2014-08-24 08:04
Citazione Michele Pulcini:
Giusto per sottolineare come, ancora una volta, IAAC riesca ad anticipare i temi di attualità, OGGI sulle pagine de IlSole 24 Ore (pagina 13 per chi fosse interessato) una analisi interessante che puntualizza anche le differenze fiscali tra noi e, per esempio, gli USA.

Intanto la precisazione delle cifre: dal 21 al 23 agosto sono stati raccolti in Italia 70.000 € , mentre negli USA dal 29 luglio al 21 agosto 41,8M$ rispetto ai "soli" 2,1 nellostesso periodo di un anno fa, quindi tutta questa risonanza funziona, almeno da loro.

Poi il fisco: se è vero che give back è un dovere morale più sentito oltre oceano, è anche vero che dedursi interamente la donazione mette voglia certamente di più rispetto a uno striminzito 19% di detrazione.

Scusatemi per il tecnicismo, vorrei i nostri politici più attivi in parlamento a questo proposito che sui media.



... si poi con una differenza di aliquota in doppia cifra e le tasse altissime sono dedicate quasi interamente a coprire spese correnti e non investimenti (compresi quelli in ricerca). Ma per noi italiani esiste solo il pubblico (o quasi) ed il sistema è totalmente diverso, difficile quindi fare comparazioni.

Per questo mi limiterei a vedere con grande favore l'iniziativa, e ciò anche grazie ad un bellissimo post su facebook di un'amica (conosciuta grazie a Fabio, e molto vicina al mondo IAAC) che purtroppo ha vissuto da vicinissimo il dramma SLA, e che mi ha fatto capire quanto sia importante il risultato e quanto poco la forma, quando in gioco vi sono malattie ad oggi incurabili e drammi che ti portano via giovani vite con malattie degenerative.
calabrone66
#11 calabrone66 2014-08-24 08:12
sono d'accordo con Pagliardo, sull'effetto gregge..ormai, siamo in un mondo in cui,qualunque fesseria, viene amplificata alla velocità della luce, e la facilità con la quale si diffonde , è preoccupante ....mi si dirà che lo scopo della cosa è benefico..e allora, io rispondo che mi piacerebbe vedere il VIP di turno, o presunto tale, mostrare l'assegno con l'importo che intende donare...sarebbe più convincente...

Cal
Legend
#12 Legend 2014-08-24 09:41
Io invece credo che mostrare l'assegno sia assolutamente inutile: potrebbe strapparlo dopo.

Senza voler essere "retorico ed antitaliano", ma solo perchè conosco la realtà piuttosto bene, come dice Luca, credo che la differenza di versamenti tra Italia e Stati Uniti sia figlia di diversi fattori.

Il primo senza dubbio è il fatto che è partito prima, dalle loro parti. Il secondo che sono in tanti...ma allora almeno un milioncino avremmo dovuto donarlo, direte voi...

Il terzo è che tanti, compreso il sottoscritto, preferiscono donare all'associazione americana, consapevoli che sarà più improbabile che il versamento venga intaccato da tassazioni, grassazioni, spese di tenuta conto e quant'altro.

Senza contare le battaglie interne tra le varie associazioni... invece di rendersi conto che dopo decenni di silenzio l'importante è che se ne parli e che si raccolga denaro.

Anche sulla SLA e sulle sofferenze di chi ne soffre in Italia c'è chi fa soldi e chi fa una carriera politica, magari di piccolo/medio cabotaggio... in America credo che il controllo sia più stretto, e che sia più difficile che i soldi donati vengano "distratti".
Angelo
+1 #13 Angelo 2014-08-24 12:49
Mah, se l' "effetto gregge" serve a raccogliere denaro per una nobile causa, ben venga. D'altronde l'emulazione (chiamiamola così) la viviamo giorno dopo giorno, con la moda (quest'anno le ragazzine hanno TUTTE gli shorts, ma anche noi ometti non siamo certo immuni), con l'acquisto del Kamut spacciatoci per una panacea e che è, a tutti gli effetti, grano (che costa il quadruplo), con l'omeopatia (quella cosa che permette di curare un raffreddore in una settimana anzichè in 7 giorni spendendo una fortuna :-) ...come dimenticare l' "oscillococcinum", antinfluenzale composto da 85% di lattosio e 15% di ZUCCHERO...A 1000 euro al chilo?)

Insomma, volenti o nolenti tutti noi facciamo parte o abbiamo fatto parte di un qualche gregge, abbiamo seguito una qualche corrente, magari poi pentendoci di averlo fatto. Il volerci mettere al di sopra degli altri guardandoli con sufficienza, convinti di essere immuni, non è mai un esercizio virtuoso.

Certo, se poi questi vip non scuciono un centesmo pur partecipando, il loro problema non è il gregge, ma ignoranza, malafede o avarizia (a seconda del motivo per cui "dimenticano" la donazione).
Zappateer
#14 Zappateer 2014-08-25 09:30
Definire geniale una cosa del genere mi sembra di fare un grande torto ai veri geni ed un uso improprio delle parole e di quello che dovrebbero significare...se con questa messa in scena riescono a tirar su dei soldi per fini nobili può anche andare bene, anche se poi sulla reale destinazione di certe somme di ONLUS e ONG c'è un ampia letteratura tutt'altro che edificante...resta una tipica americanata, tutta immagine e niente cervello, come se ne vedono da sempre...niente di nuovo sotto il sole....evidentemente questa è la massima espressione dell'impegno sociale e politico che si può avere oggi....innocuo e ben lontano dall'essere supportata da un pensiero critico coerente...l'importante è non disturbare il manovratore !!!!
Legend
+1 #15 Legend 2014-08-25 10:56
Citazione Zappateer:
...resta una tipica americanata, tutta immagine e niente cervello, come se ne vedono da sempre...



Ci mancavi. Sono sicuro che la tua genialità troverebbe modi più "impegnati socialmente" supportati "da un pensiero critico coerente" per raccogliere milioni per una nobile causa.

Ma allora perchè non lo fai? Su una cosa sono d'accordo: "niente di nuovo sotto il sole", abilissimi a criticare ma incapaci di proporre.
doublep
#16 doublep 2014-08-25 11:10
Citazione Legend:
Citazione Zappateer:
...resta una tipica americanata, tutta immagine e niente cervello, come se ne vedono da sempre...



Ci mancavi. Sono sicuro che la tua genialità troverebbe modi più "impegnati socialmente" supportati "da un pensiero critico coerente" per raccogliere milioni per una nobile causa.

Ma allora perchè non lo fai? Su una cosa sono d'accordo: "niente di nuovo sotto il sole", abilissimi a criticare ma incapaci di proporre.


Forse Zappateer ha un po' esagerato col termine americanata, ma ad oggi si è un po' perso il senso nobile del gesto tanto che anche il Papa si è sentito di intervenire e di dire la sua http://www.miopapa.it/papa-francesco-gela-lice-bucket-challenge/
Legend
+2 #17 Legend 2014-08-25 11:24
Citazione doublep:
Forse Zappateer ha un po' esagerato col termine americanata, ma ad oggi si è un po' perso il senso nobile del gesto tanto che anche il Papa si è sentito di intervenire e di dire la sua http://www.miopapa.it/papa-francesco-gela-lice-bucket-challenge/


Mi fa piacere che papa Francesco dica la sua sull'Ice Bucket Challenge. Se poi vorrà contribuire anche lui alla ricerca sulla SLA devolvendo l'8 per mille il suo sarà un esempio che spingerà molti cattolici a muoversi per aiutare la ricerca.

Sul "Zappateer ha un po' esagerato", è un eufemismo. Come si fa a criticare la mancanza di impegno sociale proprio in un'iniziativa nella quale il "sociale" si è mosso prima di governi, chiese e moschee?

Un'iniziativa non organizzata che a volte è scaduta nel ridicolo, ma che comunque ha portato alla ricerca donazioni MAI RACCOLTE in passato. I "tutti immagine e niente cervello" hanno donato 41 milioni di dollari, e se Zappateer sa fare di meglio può dimostrarlo.
Zio Trifoglio
#18 Zio Trifoglio 2014-08-25 11:37
Citazione Legend:
Citazione doublep:
Forse Zappateer ha un po' esagerato col termine americanata, ma ad oggi si è un po' perso il senso nobile del gesto tanto che anche il Papa si è sentito di intervenire e di dire la sua http://www.miopapa.it/papa-francesco-gela-lice-bucket-challenge/


Mi fa piacere che papa Francesco dica la sua sull'Ice Bucket Challenge. Se poi vorrà contribuire anche lui alla ricerca sulla SLA devolvendo l'8 per mille il suo sarà un esempio che spingerà molti cattolici a muoversi per aiutare la ricerca.

Sul "Zappateer ha un po' esagerato", è un eufemismo. Come si fa a criticare la mancanza di impegno sociale proprio in un'iniziativa nella quale il "sociale" si è mosso prima di governi, chiese e moschee?

Un'iniziativa non organizzata che a volte è scaduta nel ridicolo, ma che comunque ha portato alla ricerca donazioni MAI RACCOLTE in passato. I "tutti immagine e niente cervello" hanno donato 41 milioni di dollari, e se Zappateer sa fare di meglio può dimostrarlo.


Accordo totale con Legend vergato sulle tavole della legge.
pagliardo
+1 #19 pagliardo 2014-08-25 12:58
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2014/08/25/news/meno-docce-fredde-piu-azioni-concrete-la-rabbia-dei-malati-1.9814128
pagliardo
#20 pagliardo 2014-08-25 13:00
Citazione Angelo:
Mah, se l' "effetto gregge" serve a raccogliere denaro per una nobile causa, ben venga. D'altronde l'emulazione (chiamiamola così) la viviamo giorno dopo giorno, con la moda (quest'anno le ragazzine hanno TUTTE gli shorts, ma anche noi ometti non siamo certo immuni), con l'acquisto del Kamut spacciatoci per una panacea e che è, a tutti gli effetti, grano (che costa il quadruplo), con l'omeopatia (quella cosa che permette di curare un raffreddore in una settimana anzichè in 7 giorni spendendo una fortuna :-) ...come dimenticare l' "oscillococcinum", antinfluenzale composto da 85% di lattosio e 15% di ZUCCHERO...A 1000 euro al chilo?)

Insomma, volenti o nolenti tutti noi facciamo parte o abbiamo fatto parte di un qualche gregge, abbiamo seguito una qualche corrente, magari poi pentendoci di averlo fatto. Il volerci mettere al di sopra degli altri guardandoli con sufficienza, convinti di essere immuni, non è mai un esercizio virtuoso.

Certo, se poi questi vip non scuciono un centesmo pur partecipando, il loro problema non è il gregge, ma ignoranza, malafede o avarizia (a seconda del motivo per cui "dimenticano" la donazione).


a me l'omologazione, sino a tal punto, intristisce e non poco, questo al di là dell'eventuale azione buona che c'è sotto sta iniziativa, non è mica questione di fare gli spocchiosi che si sentono superiori eh.
Legend
+1 #21 Legend 2014-08-25 13:54
Citazione pagliardo:
a me l'omologazione, sino a tal punto, intristisce e non poco, questo al di là dell'eventuale azione buona che c'è sotto sta iniziativa


Mi stai dicendo che se mi vedi salvare un uomo che annega, poi tu non salverai nessuno per non cadere nella tristezza dell'omologazione?

Probabilmente sarebbe meglio distinguere tra omologazione "positiva" ed omologazione "negativa"...
Legend
+3 #22 Legend 2014-08-25 14:13
Citazione pagliardo:
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2014/08/25/news/meno-docce-fredde-piu-azioni-concrete-la-rabbia-dei-malati-1.9814128



«Si tratta di un altro modo per distogliere l’attenzione dai problemi veri – afferma Paola -, un insulto ai malati che scioperano di fame e di sete pur essendo in punto di morte ogni istante. Stefano e io siamo molto offesi da questa trovata. Indignati». (Paola Marangone)

Massimo del rispetto per Paola e Stefano Marangone…ma non capisco il bersaglio del loro sdegno.

In America oggi tutti conoscono il nome di Pete Frates dove in Italia NESSUNO conosce il nome di Raffaele Pennacchio.

Quindi, se una secchiata di acqua, ghiaccio o guano mi serve per provare a risolvere il problema di tanti malati – anche quello di Stefano Marangone – perché non devo sfruttarlo?

Che c’è di male nel far capire a tutti cos’è la SLA? L’altro ieri una mia amica la confondeva con la sclerosi multipla, ieri un tipo su Facebook la confondeva con la sindrome di Charcot…

In un mondo perfetto la ricerca dovrebbe essere finanziata dallo stato…ma se lo stato è impegnato a comprare dei cacciabombardieri, non riesce ad occuparsi delle malattie degenerative, soprattutto quelle che non hanno una grande incidenza.

Ecco, Paola e Stefano Marangone se la prendono con quelli sbagliati, con quelli che hanno versato milioni di dollari…quelli che sono dalla loro parte, quando invece dovrebbero distinguere: chi è il “nemico”, chi ha il potere di stanziare denaro per la ricerca e per l’assistenza ai malati, o chi invece si versa una secchiata addosso e poi versa 100 dollari?
greenpride
+1 #23 greenpride 2014-08-25 14:58
Per manifestare il mio dissenso con zappater e pagliardo e con ogni distorsione che l'ideologia genera al buon senso ... andrò subito a farmi una doccia ghiacciata. ;-)

Va bene tutto, ma fare pelo e contropelo ad un'iniziativa che non fa male a nessuno e raccoglie decine di milioni di dollari destinati alla ricerca, creando peraltro posti di lavoro e grande sensibilizzazione dell'opinione pubblica mi pare veramente eccessivo.
pagliardo
#24 pagliardo 2014-08-25 15:22
Citazione greenpride:
Per manifestare il mio dissenso con zappater e pagliardo e con ogni distorsione che l'ideologia genera al buon senso ... andrò subito a farmi una doccia ghiacciata. ;-)

Va bene tutto, ma fare pelo e contropelo ad un'iniziativa che non fa male a nessuno e raccoglie decine di milioni di dollari destinati alla ricerca, creando peraltro posti di lavoro e grande sensibilizzazione dell'opinione pubblica mi pare veramente eccessivo.



ideologia?e quale sarebbe sta ideologia che distorce.....ho più volte detto che il mezzo non mi piace, ma gli intenti sono buoni e se servirà a raccogliere fondi per la sla ne sarò lieto, il mezzo non mi piace, posso essere libero di pensarla così o devo sembrare uno pervaso da chissà quale ideologia?
permettimi poi di aggiungere che sul buon senso si può discutere fino a domani, e che non ne siete detentori tu e legend, e sapete bene quanto stimo entrambi.

infine in italia la cosa sta diventando una via di mezzo tra puro esibizionismo e goliardia, altrochè sensibilizzazione e donazioni.
Angelo
+3 #25 Angelo 2014-08-25 16:02
Pagliardo, quanto all' ideologia credo che Luca si riferisse più che altro a Zappateer che non ha troppo in simpatia gli Stati Uniti, quello che rappresentano, quello che ci è nato, ci è morto, che ci è passato sopra, sotto, di fianco, che è anche solo lontanamente influenzato da, che è anche solo lontanamente associato a...praticamente tutto quello che si trova fuori dai confini della Corea del Nord :-). Chiaro che se tutto quello che viene da là è cacca diventa difficile anche solo pensare di fare una discussione, seppure su argomenti che non riguardano certo politica estera o lotta al terrorismo...

Tornando a noi, secondo me dobbiamo ditinguere due diversi piani, uno è l'iniziativa in sè, l'altro i personaggi che, eventualmente, la "sfruttano" a proprio vantaggio per apparire senza coglierne lo spirito (che è un giro di parole per dire "non scuciono la grana").

L'iniziativa in se credo sia da guardare in maniera estremamente positiva, è un modo simpatico per garantire donazioni da parte dei "vip" che partecipano e per sensibilizzare la "gente comune" su una malattia purtroppo sconosciuta a molti (ho saputio 3 giorni fa che SLA e morbo di Lou Gehrig sono la stessa cosa...e non mi ritengo una persona ignorante).

Che poi veline e tronisti nostrani ne facciano un uso (forse) becero, solo per farsi vedere e postare un video su youtube, è un altro paio di maniche che nulla c'entra con l'iniziativa in sè. Mettere tutto in un unico calderone sarebbe un po' come decidere di non guidare più la macchina perchè qualcuno usa le auto per fare le rapine.
pagliardo
#26 pagliardo 2014-08-25 16:17
manco io ho troppo in simpatia certe cose degli usa, ma giustamente non è questo il posto dove parlarne.

ora aspetto che greenpride posti su istagram o twitter il video della doccia gelata che ha promesso alle sterminate folle celtiche.
cipriani
#27 cipriani 2014-08-25 16:52
boh mi sembra che a volte in italia si cerchi ogni motivo per fare polemiche ...il problema è fare soldi per la ricerca con una secchiata d'acqua? se fossero questi i problemi!
si puo discutere se sia il mezzo giusto, perché da' ulteriore visibiltà a gente che forse sarebbe meglio vedere il meno possibile, ma se in questo modo vengono raccolti mezzi per la ricerca, a me va bene.
poi distinguiamo tra usa e italia.
in italia sono stati raccolti (se nn ricordo male) 30.000 euro circa. allora posso capire l'articolo del messaggero. se con tutti questi vipponi nn si riesce a raccogliere piu di 30.000 euro, allora smettete anche di fare la doccia e nn speculate sui malati per fare un'altra comparsata pubblica.

in usa la cifra è decisamente superiore, non credo sia solo una questione di abitanti. la tassazione aiuta, ma nn credo sia solo quello. è che i vipponi sono un po meno tirchi dei nostri...
Angelo
+1 #28 Angelo 2014-08-25 16:59
Citazione:
in italia sono stati raccolti (se nn ricordo male) 30.000 euro circa. allora posso capire l'articolo del messaggero. se con tutti questi vipponi nn si riesce a raccogliere piu di 30.000 euro, allora smettete anche di fare la doccia e nn speculate sui malati per fare un'altra comparsata pubblica
Quoto tutto, in particolare questo. La cosa più triste è che probabilmente metà delle Canalis o simili che hanno partecipato al giochino nemmeno sanno "le regole"...potrebbe non essere nemmeno tirchieria, ma ignoranza (se sia meglio o peggio non saprei).

Ripeto però (e l'hai già scrito anche tu) che una cosa è il mezzo, l'altro l'uso che se ne fà...un po' come l'energia nucleare, in sè è cosa buona e fondamentale per la vita...poi se qualcuno ci bombarda Hiroshima (gli americani, toh... :-) ) mica è colpa dell'atomo di uranio...
cipriani
#29 cipriani 2014-08-25 16:59
leggo adesso della donazione della litizzetto: 100 euro...
spero nn sia vero, perché mi sta anche simpatica.
ma se le donazioni sono queste potrebbero smettere....
Dimitri Vitale
#30 Dimitri Vitale 2014-08-25 18:25
Una donazione è una donazione, non vedo perché fare i conti in tasca alla gente. Tra l'altro il centone è la cifra richiesta dalla sfida, non l'ha messa a caso. Poi massima stima a chi versa di più o a chi fa filantropia da anni, ci mancherebbe.
Legend
#31 Legend 2014-08-25 20:05
Sono d'accordo sul fatto che quando si dona non sia rilevante la cifra. Poi ognuno farà i conti con la sua coscienza, visto che per chi ha un reddito alto 100 Euro sono un pranzo, mentre per chi non ne ha sono moltissimi.

Mi sono poi letto con calma le dichiarazioni di papa Francesco, e sinceramente non ci vedo nessuna critica all'Ice Bucket Challenge. Dice che "un cristiano sa dare e la sua vita è piena di atti generosi ma nascosti". E su questo sono d'accordissimo...infatti chi si tira la secchiata in testa lo fa solo come "scusa" per partecipare giocosamente, ma poi fa anche il versamento, come testimoniato dalle cifre milionarie in costante aumento (in America, qui si mostrano assegni e ricevute).

Quindi anche chi vuole ad ogni costo vedere critiche dove non ci stanno dovrebbe farsi un esame di coscienza (o una confessione).

Mio nonno diceva in dialetto ronchese: "Tutto quel che riva de riva in zò, xe bon"... che tradotto significa "tutto quello che arriva in discesa, cioè in regalo va bene". Ho sempre invidiato la saggezza degli anziani.

E con questa chiudo su un argomento che - visto il passato di questo sito - pensavo trovasse un seguito più maturo e meno polemico.
vagabond
#32 vagabond 2014-08-25 20:11
Citazione Legend:

E con questa chiudo su un argomento che - visto il passato di questo sito - pensavo trovasse un seguito più maturo e meno polemico.


La maturità sarebbe stata dire: "wow! è proprio l'iniziativa perfetta per la causa perfetta!" ???

la polemica fine a se stessa non ha senso, ma i questo caso mi sembra sia stata ben argomentata e (specialmente per "l'ais bachet ciallengie" di casa nostra) voler liquidare questo fenomeno che è anche e soprattutto "social" con "è una gran bella iniziativa" rifiutandosi di vedere le numerose implicazioni nella nostra società che tutto ciò riflette è a mio modo di vedere, poco maturo.

Citazione Legend:
Mio nonno diceva in dialetto ronchese: "Tutto quel che riva de riva in zò, xe bon"... che tradotto significa "tutto quello che arriva in discesa, cioè in regalo va bene". Ho sempre invidiato la saggezza degli anziani.


Della serie "il fine giustifica i mezzi"... "W Pinochet perchè ha rivitalizzato l'economia cilena!" La saggezza degli anziani va relazionata alla loro realtà, applicarla a situazioni completamente diverse non ha molto senso
Legend
#33 Legend 2014-08-25 20:18
Maturità sarebbe valutare un avvenimento senza preconcetti, se i preconcetti li hai tu o il papa a me non importa, entrambi siete immaturi.

Ed un altro esempio di maturità "ad capocchiam" è paragonare 41 milioni di dollari donati per una causa nobile con l'operato di Pinochet. Del resto neppure questo mi stupisce.

Quando la gente si romperà le palle di investire il proprio tempo per proporre notizie solo perchè tu venga a pisciarci sopra passerai ad un altro sito, vagabond? Probabilmente sì, il tuo nickname non dev'essere casuale.
vagabond
#34 vagabond 2014-08-25 20:22
Citazione Legend:
La maturità sarebbe valutare un avvenimento senza preconcetti, se i preconcetti li hai tu o il papa a me non importa, entrambi siete immaturi.

Ed un altro esempio di maturità "ad capocchiam" è paragonare 41 milioni di dollari donati per una causa nobile con l'operato di Pinochet. Del resto neppure questo mi stupisce.

Quando la gente si romperà le palle di investire il proprio tempo per proporre notizie solo perchè tu venga a pisciarci sopra passerai ad un altro sito, vagabond? Probabilmente sì, il tuo nickname non dev'essere casuale.


Scusami, ma questa la vedo proprio come una mancanza di rispetto.

L'articolo è stato apprezzato. E' un articolo di attualità, che tratta un tema comunque vicino alla città di Boston e quindi tutti noi l'abbiamo letto con interesse. Nessuno è venuto qui a scrivere "Legend, che articolo del cavolo hai postato, non centra nulla con IAAC e tu sei anche un cretino".

Qui sono state argomentate alcune opinioni riguardo al metodo della raccolta fondi, alle ricadute sociali che questo tormentone ha portato. Non capisco perchè su questo articolo opinioni diverse dalla tua vengano tacciate di ignoranza, critica a prescindere o mancanza di gratitudine a chi ha scritto l'articolo.

Grazie per avermi definito un coglione, lo apprezzo davvero
Legend
#35 Legend 2014-08-25 20:24
Citazione vagabond:
Scusami, ma questa la vedo proprio come una mancanza di rispetto.


Benvenuto nel club.

P.S. Non ho dato dell'ignorante a nessuno. Ma se mi accorgo che uno fa il furbo per non pagare dazio, allora non mi sta bene passare per fesso.
vagabond
#36 vagabond 2014-08-25 20:29
Citazione Legend:

Quando la gente si romperà le palle di investire il proprio tempo per proporre notizie solo perchè tu venga a pisciarci sopra passerai ad un altro sito, vagabond? Probabilmente sì, il tuo nickname non dev'essere casuale.


come se avessi "pisciato sulla notizia".
mi sembra un modo maturo per argomentare la tua discussione, non è assolutamente un'offesa diretta alla persona. contento tu...

fare il furbo per non pagare il dazio poi me al devi spiegare...

a pisciare sei stato tu in questo caso, fuori dal vaso. Non so cosa ti ho fatto di male, e per di più per una volta in cui sono d'accordo con pagliardo... :eek:
Legend
+1 #37 Legend 2014-08-25 20:35
Guarda, è l'ultimo commento perchè le "faide personali" non dovrebbero appartenere a questo sito.

Dove mi sono sentito offeso? Tra la saggezza di mio nonno e Pinochet. L'ho fatta fuori dal boccale? Forse. O forse mi sono semplicemente stancato di trattare con rispetto chi non me ne dimostra.
vagabond
#38 vagabond 2014-08-25 20:40
[quote name="Legend"
Quando la gente si romperà le palle di investire il proprio tempo per proporre notizie solo perchè tu venga a pisciarci sopra passerai ad un altro sito, vagabond? Probabilmente sì, il tuo nickname non dev'essere casuale.

Citazione Legend:
Guarda, è l'ultimo commento perchè le "faide personali" non dovrebbero appartenere a questo sito.


appunto.

se poi non riesci a capire che il mio era solo un paragone paradossale per rendere l'idea e non un pararrelismo tra tuo nonno e pinochet, non so proprio cosa dire
Angelo
+2 #39 Angelo 2014-08-25 20:58
Citazione:
Mio nonno diceva in dialetto ronchese: "Tutto quel che riva de riva in zò, xe bon"... che tradotto significa "tutto quello che arriva in discesa, cioè in regalo va bene". (Legend)
Citazione:
Della serie "il fine giustifica i mezzi"... "W Pinochet perchè ha rivitalizzato l'economia cilena! (vagabond)
Beh no, mi pare poco calzante anche come iperbole acrobatica, almeno nel nostro universo...più che altro direi della serie "a caval donato non si guarda in bocca", che non a caso Machiavelli non ha mai utilizzato come slogan...banalmente perchè una cosa non c'entra nulla con l'altra e probabilmente perchè lo avrebbero preso per il culo nei secoli dei secoli, immagino...
greenpride
#40 greenpride 2014-08-25 21:19
Citazione pagliardo:

ideologia?e quale sarebbe sta ideologia che distorce.....ho più volte detto che il mezzo non mi piace, ma gli intenti sono buoni e se servirà a raccogliere fondi per la sla ne sarò lieto, il mezzo non mi piace, posso essere libero di pensarla così o devo sembrare uno pervaso da chissà quale ideologia?
permettimi poi di aggiungere che sul buon senso si può discutere fino a domani, e che non ne siete detentori tu e legend, e sapete bene quanto stimo entrambi.

infine in italia la cosa sta diventando una via di mezzo tra puro esibizionismo e goliardia, altrochè sensibilizzazione e donazioni.


Massimo, effettivamente sai quanto siamo spesso in sintonia (a parte quando si parla di calcio ...) e quindi sai che non vi è nulla di personale, anzi !!! ed effettivamente non mi riferivo direttamente a te sull'ideologia, prendevo spunto dal commento di Zappateer che definiva "americanata" per aggiungere al mio post la marea di commenti negativi letti in rete e solo giustificati dall'antiamericanismo.

Sul buon senso invece si, mi riferivo anche al tuo commento; anche se hai ragione che non sono certamente io il detentore del buon senso e forse ho usato un termine sbagliato, ma ripeto non riesco proprio a capire come si possa essere contrari di fronte ad un'iniziativa, goliardica quanto vuoi ed esibizionista quanto vuoi anche oltre oceano e non solo da noi, che ti sensibilizza su un problema e raccoglie fondi estremamente rilevanti e ben finalizzati, e nel tuo caso mi riferivo al post che hai indicato che, pur con tutta la mia solidarietà, mi trova totalmente in disaccordo, argomentazioni basate sul "benaltrismo" che da noi dilaga e che porta a non fare nulla e che chiede allo stato di fare cose ben diverse dalla ricerca, oggetto dell'IBC, mettendo in "competizione" due cose che non hanno nulla una con l'altra se non il fatto che si parla di SLA.

Sul fastidio per l'uso improprio etc ... trovi d'accordo anche me, ma sono i danni collaterali come definiti da Fabio; danni che però non aggiungono nè tolgono nulla a quanto si vede in rete indipendentemente dall'IBC, gli pseudo-vip di casa nostra l'hanno sfruttata ed allora? persone piccole, ma non serviva l'IBC per saperlo.
dohan9
+2 #41 dohan9 2014-08-25 22:19
Alla fine parliamo di iniziative benefiche, e purtroppo in un mondo dove il bene scarseggia sempre anche questa trovata della secchiata d' acqua ci sta, sara' possibile far star meglio persone che soffrono terribilmente.
Se alcuni la utilizzeranno anche come mezzo pubblicitario, sara' la loro coscienza a doverne rispondere, sempre se e' ancora viva.
Anche grazie a chi per secondo fine donera' dei dollari o euro, per me andra' bene perche serviranno a delle persone che ora stanno tanto male
vagabond
#42 vagabond 2014-08-26 04:41
Citazione Angelo:

Beh no, mi pare poco calzante anche come iperbole acrobatica, almeno nel nostro universo...più che altro direi della serie "a caval donato non si guarda in bocca", che non a caso Machiavelli non ha mai utilizzato come slogan...banalmente perchè una cosa non c'entra nulla con l'altra e probabilmente perchè lo avrebbero preso per il culo nei secoli dei secoli, immagino...


e questa è una critica alla mia idea, non alla persona (in cui criticavo un'idea, non una persona), e la accetto benevolmente
giancleto83
+5 #43 giancleto83 2014-08-26 07:51
Hanno inventato un giochino divertente e che non fa male a nessuno. Con questa iniziativa sono riusciti a raccogliere più di 40 milioni di dollari, che serviranno a cercare di sconfiggere una malattia bruttissima. Non ci vedo altro.
movi
+3 #44 movi 2014-08-26 08:07
Citazione giancleto83:
Hanno inventato un giochino divertente e che non fa male a nessuno. Con questa iniziativa sono riusciti a raccogliere più di 40 milioni di dollari, che serviranno a cercare di sconfiggere una malattia bruttissima. Non ci vedo altro.

Anche io sono daccordo, se gli italiani sono italiani e i pessimi italiani sono pessimi italiani non credo c'entri nulla con questa iniziativa che a me continua a sembrare geniale!
Anche perchè a contrario di Zappateer il genio purtroppo sta negli occhi di chi vede, al massimo sono tonto io e mi risulta geniale qualcosa che non lo è, capita :-)
Genio come libertà sono parole difficilissime da usare e ormai stra-abusate e offese, ma se non è "pensiero laterale" questo non so cosa lo sia!
Angelo
#45 Angelo 2014-08-26 09:12
Oh, dotor Apicella, a dispetto dell'odio (reciproco) che ci divide, ne approfitto per porgerLe i miei migliori saluti!

:-)
Legend
+2 #46 Legend 2014-08-26 10:38
Proprio su queste pagine qualche mese fa davamo spazio ad un amico colpito da un male terribile e TUTTI lo incoraggiavamo...e mi sono detto orgoglioso di fare parte di questa comunità. Ieri invece sull’argomento Ice Bucket Challenge si leggeva:

idiozia collettiva

iniziative di una stupidità disarmante

tipica americanata, tutta immagine e niente cervello

qualunque fesseria, viene amplificata alla velocità della luce


Pete Frates, quando si fa gettare un secchio di acqua ghiacciata sulla testa per combattere una battaglia che ha già perso, è un “idiota”? E di una “stupidità disarmante”? E’ “tutta immagine e niente cervello”?

La sua aspettativa di vita a questo punto va da un anno a tre. Eppure lettori sani su queste pagine si sono permessi di trattare lui e tutti gli “icebuckettari” come deficienti, non rendendosi conto che siamo tutti dei Pete Frates…solo più fortunati.

Nel frattempo la ALS America comunica di aver raggiunto quota 79,7 milioni di dollari, e penso che questa sia l’unica cosa che conta davvero.

http://www.alsa.org/
moviolone
+1 #47 moviolone 2014-08-26 10:49
Citazione Angelo:
Oh, dotor Apicella, a dispetto dell'odio (reciproco) che ci divide, ne approfitto per porgerLe i miei migliori saluti!

:-)

Io mi sono inserito senza badare ai convenevoli dato il clima di odio imperante, ma dato che hai cominciato Tu, un inchino ossequioso a tutta la redazione. Un abbraccio :-P
pagliardo
+1 #48 pagliardo 2014-08-26 11:09
La protesta dei malati di Sla, "secchiate d'ipocrisia"
25 AGO 2014

(AGI) - Roma, 25 ago. - L'Ice bucket challenge sono "secchiate di ipocrisia e quattro spiccioli. Di quelli che hanno partecipato, salvo solo Jerry Cala', che ha messo online un bonifico da 1000 euro. Ma capisco che faccia piu' comodo partecipare alla moda e farsi ritrarre con i capelli bagnati e magari, il portafogli intonso". Cosi' in una nota Mariangela Lamanna, vice presidente del "Comitato 16 novembre" che raggruppa i malati di Sla in Italia che si battono da anni contro i tagli costanti ai fondi per la non auto sufficienza.
"L'iniziativa sicuramente e' partita bene - premette - poi si e' persa nei meandri della demagogia. Da anni ci battiamo per ricostituire il fondo per la non autosufficienza, che rimane avventizio e non strutturale, legato alla legge di stabilita', per avere quattro spiccioli dal Governo.

Gli ammalati di Sla sono abbandonati durante tutto l'anno, non vorrei che l'impegno di Renzi durasse solo il tempo di asciugarsi la camicia e che la doccia gelata arrivasse invece nelle case delle famiglie che accudiscono gli ammalati e che ogni anno rischiano di vedersi revocare gli assegni di sostegno". Dello stesso avviso Federcontribuenti, associazione nazionale che sostiene da tempo la battaglia del Comitato 16 novembre".
"Chi ha partecipato a questa catena di Sant'Antonio spettacolarizzata - spiega Marco Paccagnella, presidente nazionale di Federcontribuenti - dovrebbe avere la cortesia di postare su facebook e twitter anche i bonifici che hanno accompagnato le secchiate d'acqua.
Il fatto che in Italia dopo tutto questo can can le somme raccolte non raggiungano i 100mila euro da' la misura di quanta miseria ci sia dietro a questa operazione tutta mediatica ma con pochissima sostanza".
Angelo
+3 #49 Angelo 2014-08-26 11:19
Pagliardo, perdonami ma non capisco il senso del messaggio che hai copia/incollato.

Continuiamo a ragionare su due piani diversi...come avevo scritto ieri (riposto per comodità):

Citazione:
Tornando a noi, secondo me dobbiamo ditinguere due diversi piani, uno è l'iniziativa in sè, l'altro i personaggi che, eventualmente, la "sfruttano" a proprio vantaggio per apparire senza coglierne lo spirito (che è un giro di parole per dire "non scuciono la grana").
Citazione:
Che poi veline e tronisti nostrani ne facciano un uso (forse) becero, solo per farsi vedere e postare un video su youtube, è un altro paio di maniche che nulla c'entra con l'iniziativa in sè.
Mi pare che il tuo post precedente non dimostri nulla...anche chi qui vede con favore l'iniziativa del' Ice Bucket non mi risulta abbia MAI cercato di difendere veline e tronisti che cercano pubblicità...ma questo, in nome del cielo, cosa c'entra con l'iniziativa in sè che altrove ha raccolto 80 milioni di euro?

Mi ri-ripeto, il MEZZO e CHI NE FA UTILIZZO non sono la stesa cosa...io con una pistola posso vincere lìoro olimpico o ammazzarci mia moglie ma la colpa o il merito NON SONO DELLA PISTOLA
Zio Trifoglio
+1 #50 Zio Trifoglio 2014-08-26 11:30
Piccola nota:

attenzione a dire che in Italia non si raccoglie nulla

faccio un esempio: Max Menetti e Andrea Cinciarini, rispettivamente allenatore e capitano della Pallacanestro Reggiana, hanno donato direttamente a ALS in USA, così come faremo noi che stiamo organizzando una mega secchiata di spiaggia che coinvolga tutto il nostro stabilimento balneare per raccogliere una cifra non insignificante
Angelo
#51 Angelo 2014-08-26 12:20
"il nostro stabilimento balneare???"

Uella, e si fanno sconti per utenti/redattori di IAAC???

:-)
Michele Pulcini
+1 #52 Michele Pulcini 2014-08-26 12:31
Citazione:
Gli ammalati di Sla sono abbandonati durante tutto l'anno, non vorrei che l'impegno di Renzi durasse solo il tempo di asciugarsi la camicia e che la doccia gelata arrivasse invece nelle case delle famiglie che accudiscono gli ammalati e che ogni anno rischiano di vedersi revocare gli assegni di sostegno (Pagliardo)
Vedi mio commento 9.

Non credo che per noi di IAAC sia fondamentale questo, piuttosto il fatto che, rientrando dopo un giorno in viaggio, io trovi parecchi messaggi che hanno davvero poco a che fare con il senso dell'articolo di Fabio, incentrato sulla piccolissima speranza che questa iniziativa possa dare ai malati.

Che ci siano persone che sfruttino l'IBC che i loro miseri interessi personali non mi meraviglia, considerato che avviene in moltissime altre occasioni (la natura umana è a volte davvero misera), ma non saranno certo i singoli a ridurre il pregio del disegno complessivo.

Dispiace leggere commenti a volte davvero disfattisti: Vagabond, il tuo commento 3 è pesante perchè mette in dubbio (eufemismo) la buona fede dei tanti che hanno preso la secchiata senza secondi fini e dei tantissimi che hanno donato con gioia.

Infine dispiace perchè ci leggo un "che articolo inutile, diamo solo maggiore visibilitià agli idioti che partecipano", senza alcuna sensibilità nei confronti di chi ha dedicato (gratis) il suo tempo a scriverlo.

Magari ti ho intepretato male, ma, sincerità per sincerità, dovevo proprio scrivertelo.
Michele Pulcini
#53 Michele Pulcini 2014-08-26 12:32
Citazione Zio Trifoglio:
così come faremo noi che stiamo organizzando una mega secchiata di spiaggia che coinvolga tutto il nostro stabilimento balneare per raccogliere una cifra non insignificante


Stabilimento strettamente per famiglie numerose, immagino .....

;-)
Legend
+6 #54 Legend 2014-08-26 12:44
Massimo, però andare a pescare notizie sulla rete “alla c***o” non è il modo migliore per discutere di un problema. L’articolo che hai ripreso dice “la protesta dei malati di Sla” e poi parla di Mariangela Lamanna e del Comitato 16 Novembre.

Bene, il Comitato 16 Novembre e la signora Mariangela Lamanna rappresentano MENO DEL CINQUE PER CENTO dei malati di Sla.

Come lo so? Perché del Comitato fa parte una mia carissima amica, una persona speciale che ha perso il marito a causa di questa malattia e che mi racconta le vicissitudini dei malati in Italia.

Chi non è d’accordo sulla “challenge” ha diritto alla propria opinione, ma essa non deve “diventare” opinione della maggioranza, anche di quelli che fanno parte del Comitato (come Patrizia) ma la pensano diversamente o di quel 95% che del Comitato non fa parte.

Detto questo, ancora non capisco cosa c’entrino gli sfoghi relativi al trattamento dei malati con le donazioni di chi questi malati li vuole aiutare. Ma per rispetto anche alla “parte occulta” dei malati di Sla, anche per coloro che la loro battaglia la combattono “solo” morendo durante un presidio, ho chiesto a Patrizia l’autorizzazione a pubblicare il suo commento scritto il giorno prima che il mio articolo venisse pubblicato.

Lo condivido nella speranza che aiuti molti a capire.

“Quando nel 2005 a mio marito venne diagnosticata la SLA eravamo in pochi a conoscere il significato di questo acronimo apparentemente innocuo. La SLA è una malattia bastarda, che non si limita a distruggere le cellule nervose che trasmettono gli impulsi motori ai muscoli volontari, portando il corpo ad una progressiva paralisi. La SLA, morso dopo morso, si mangia tutto ciò che rende la vita degna di essere vissuta: prima inghiotte il tuo futuro, poi comincia a sbocconcellarsi il tuo presente. Attorno a noi il vuoto. L'associazionismo ancora non aveva avuto la distribuzione capillare cui siamo abituati oggi; l'apertura della sede friulana, punto d'incontro dei malati corregionali, ha dato senso anche al mio/nostro districarci tra trial e farmaci compassionevoli, cellule staminali e stimolazioni magnetiche transcraniche. Molte iniziative, sit-in di protesta, siti personali (esemplare quello di Luca Pulino, www.leportedellasperanza.it in grado di accompagnare passo passo dalla paura della diagnosi alla tracheostomia) per riuscire a dare dignità ad un percorso non già di guarigione, ma di cura. Mio marito nel frattempo ha intrapreso un viaggio senza ritorno, ma altri sono ancora con noi e noi con loro. Tutto questo preambolo per dire che saluto con favore ogni iniziativa che porti linfa all'impari guerra che questi guerrieri silenziosi combattono quotidianamente, e le loro famiglie assieme a loro. Siano gavettoni ghiacciati, bottiglie di vino, pupazzi di gomma, tette e culi e frizzi e lazzi: a me stanno bene tutti. Ogni goccia è essenziale per formare un oceano. Lo dico soprattutto a quelli che si sentono offesi dal battage pubblicitario e dalla scarsa trasparenza nella gestione dei fondi. Consideriamo che le malattie rare sono per definizione scarsamente appetibili per la ricerca perché non remunerative, e la SLA con un'incidenza di 1/100.000 nuovi malati all'anno non è certo tra le meno rare, vi sentite di dire "era meglio niente", "tanto è tutto inutile"? Beh, io no. 31,5 milioni USD non sono un palliativo, rappresentano una speranza concreta. Io preferisco pensare che tra un po' di tempo, quando la cura sarà divenuta realtà, io potrò dire: io ho partecipato. http://www.alsa.org/news/archive/ice-bucket-challenge.html Dalle mie parti NESSUNO ALZERA' BANDIERA BIANCA (cit. Gian Luca Fantelli)”

Da notare che anche lei che è a conoscenza di ogni aspetto del problema, ha preferito pubblicare il link dell’onlus americana.

Forse che siamo tutti un po’ stanchi di un’Italia in cui si perde più tempo a fare polemica che non ad applaudire un’iniziativa positiva, per quanto un po’ bislacca?

E la cosa triste è che molti commenti al mio articolo sono stati in perfetta sintonia con l’Italia caciarona e “facitammuinaria” che vediamo ogni giorno.

Grazie, Patrizia, per questa boccata di ossigeno.
Zio Trifoglio
#55 Zio Trifoglio 2014-08-26 12:54
Citazione Michele Pulcini:
Citazione Zio Trifoglio:
così come faremo noi che stiamo organizzando una mega secchiata di spiaggia che coinvolga tutto il nostro stabilimento balneare per raccogliere una cifra non insignificante


Stabilimento strettamente per famiglie numerose, immagino .....

;-)


Puntualizzo che lo stabilimento in questione non è di proprietà del sottoscritto (così i soliti "genovesi" non chiedono sconti :lol: ), che è semplice cliente, ma, d'accordo con altri ragazzi del bagno, contando che si tratta di circa 1000 lettini, stiamo provando a raccogliere almeno un euro a testa ed alla fine organizzare il video della secchiata x poi fare la donazione comune come bagno

tutto qua
pagliardo
+1 #56 pagliardo 2014-08-26 12:57
hai ragione, come hai ragione a bacchettarmi sul fatto che ho definito l'iniziativa stupida, intendevo il circo che si è scatenato e l'utilizzo che viene fatto da molti di questa iniziativa, vip e non vip(e la percezione che ho avuto tramite i media del fenomeno)
l'iniziativa è indubbiamente benefica, mi restano comunque delle perplessità, ma non voglio annoiarvi.:)
marco il celtico
#57 marco il celtico 2014-08-26 15:17
Per farvi fare una risata vi posto il commento di tale Pamuk su Twitter :

" Ero in doccia e senza volerlo ho partecipato a #IceBucketChallenge con la caldaia in blocco. Ed ho nominato Gesu' e la Madonna."

:lol:
piero
+3 #58 piero 2014-08-27 12:35
Citazione Legend:
Proprio su queste pagine qualche mese fa davamo spazio ad un amico colpito da un male terribile e TUTTI lo incoraggiavamo...


Grazie ancora.
Ognuno di coloro che hanno scritto o pensato di farlo dopo avermi letto sa, nel suo intimo, i motivi per cui l'ha fatto.
Non c'erano donazioni da fare ma solo testimonianze e se qualcuno, distrattamente, si è inserito "solo per esserci" è il benvenuto. Ciò che conta è il dopo, non il momento.

Un mio ex collega ed amico nonchè "avversario" atleta runner è stato portato via dalla SLA pochi anni fa e ricordo ancora il suo sorriso quando lo vidi l'ultima volta in agosto alla partenza della "Chaberton Marathon" (roba seria ragazzi, non il giro della parrocchia organizzato dal prete http://www.runnersworld.it/corridori-veri-belle-storie-di-gente-normale-gianni-mallen ) quando già era costretto a portare il busto rigido e deambulava a fatica. 9 mesi prima lui ed il fratello (sessantenni) avevano partecipato ad una corsa notturna in quota (30 km sulla neve se ben ricordo) sulle montagne dell'alta Val Susa. Io già non mi sentivo bene e stavo ancora cercando di capire perchè e non vi avevo partecipato. Piero (si chiamava come me) ha combattuto contro la malattia per un paio d'anni prima di spegnersi. A me, al momento, è andata meglio.

A titolo del tutto personale dico che solo attraverso un'esperienza diretta od indiretta si può esprimere un giudizio su malattie come il cancro o la SLA o altre bestie grame del genere, così come solo chi ha combattuto una guerra o abbia avuto vicino chi ha rischiato o perso la propria vita in un conflitto può dire, direttamente od indirettamente, cosa è la guerra. O la prigionia. O la tortura. O la fame.
Se versarsi un secchio di acqua gelata in testa serve a finanziare la ricerca o la pace o a comprare il pane per chi non ne ha, ben venga!
Qualcuno vuol solo farsi vedere? Qualcun altro vuole farsi nominare per essere mediaticamente presente? A me non interessa come viene comunicato l'evento o la sua ricaduta pubblicitaria. Sotto questo profilo - ma non solo su questo :lol: - sono veramente molto venale e dico: la pubblicità passa ed i soldi restano. Se qualcuno fa la propria donazione sbraitandola al mondo o facendogli fare il giro via web l'importante è che doni.
Angelo
+4 #59 Angelo 2014-08-30 21:19
Giovani, se l'ha fatto LUI allora ogni critica sta a zero

https://www.youtube.com/watch?v=kYNPtDbykp0

Chapeau

:D

Flanders, Lenny...and Flanders again...

:D
Zappateer
-3 #60 Zappateer 2014-09-01 12:33
Citazione Angelo:
Pagliardo, quanto all' ideologia credo che Luca si riferisse più che altro a Zappateer che non ha troppo in simpatia gli Stati Uniti, quello che rappresentano, quello che ci è nato, ci è morto, che ci è passato sopra, sotto, di fianco, che è anche solo lontanamente influenzato da, che è anche solo lontanamente associato a...praticamente tutto quello che si trova fuori dai confini della Corea del Nord :-). Chiaro che se tutto quello che viene da là è cacca diventa difficile anche solo pensare di fare una discussione, seppure su argomenti che non riguardano certo politica estera o lotta al terrorismo...


Vorrei capire chi ti ha investito del ruolo di manifestare al mondo quale sia la MIA opinione sugli USA e su chi ci è nato, facendomi passare per un beota che non sa distinguere la differenza tra un George W Bush e un Frank Zappa, sulla base poi di un unico messaggio, tra l'altro con una prosopopea e una supponenza, come neanche fossimo conoscenti....
Non capisco da dove ti venga tutta questa presunzione che ti autorizza a etichettare le persone senza conoscerle....
Chi ti ha detto che non mi va bene niente che viene da li ??? Ma chi sei ??? Ma chi ti conosce ???
Se avessi l'intuito che supponi di avere, già da mio nick avresti potuto capire ad esempio che sono un adepto di Frank Vincent Zappa, sempre che tu sappia chi sia, visto che sei così tanto esperto di cose statunitensi !!!!...poi molto più semplicemente se sto in questo forum è perché amo i C's, come tutti, e comunque non devo certo giustificarmi con chicchessia per le mie idee.... poi se vogliamo entrare nello specifico gli USA che piacciono a me non sono certo la versione da barzelletta che detesto, ma che evidentemente qui si deve accettare acriticamente per non passare per ideologizzato, ma quei personaggi che hanno reso migliore questo mondo come: Malcolm X, Miles Davis, John Coltrane, Eric Dolphy, John Zorn, Charles Mingus, Billie Holiday, Jimi Hendrix, Raymond Chandler, Dashiell Hammett, James Ellroy, Thelonious Monk, Robert Johnson, Muddy Waters, James Brown, i Sonic Youth, i Pere Ubu, i Pixies, Capitain Beefheart, le Black Panthers e potrei continuare all'infinito....
Per cui la prossima volta prima di lanciarti in giudizi sugli altri, senza avere le conoscenze necessarie, riflettici un attimo perché la figura di cacca è dietro l'angolo che ti aspetta !!!
E comunque daje C's, che è la cosa più importante !!!
Legend
+4 #61 Legend 2014-09-01 14:36
Citazione Zappateer:
Ma chi sei ??? Ma chi ti conosce ???... Per cui la prossima volta prima di lanciarti in giudizi sugli altri, senza avere le conoscenze necessarie, riflettici un attimo perché la figura di cacca è dietro l'angolo che ti aspetta !!!



Angelo Merendi è solo un povero fesso (come tutti quelli che scrivono qui) che investono del loro denaro (poco) e del loro tempo (molto) per fare in modo che le persone educate come te possano esprimere la propria opinione.

Questo però non significa che non possano esprimerla pure loro, anzi. E finchè non mancano di rispetto – come hai fatto tu con gli americani definendo il loro modo di fare “tutta immagine e niente cervello” – la “figura di cacca” per loro resta dietro l’angolo.

P.S. Non c’è bisogno che io difenda le parole di Angelo, credo che si lascino leggere come si lascia leggere la tua risposta. Le prime ironiche, la seconda piena di rabbia. Se è vero che ti fa piacere partecipare alla vita di questo sito, magari, rileggilo e rileggiti.
Zappateer
-2 #62 Zappateer 2014-09-01 15:13
Citazione Legend:
Citazione Zappateer:
Ma chi sei ??? Ma chi ti conosce ???... Per cui la prossima volta prima di lanciarti in giudizi sugli altri, senza avere le conoscenze necessarie, riflettici un attimo perché la figura di cacca è dietro l'angolo che ti aspetta !!!



Angelo Merendi è solo un povero fesso (come tutti quelli che scrivono qui) che investono del loro denaro (poco) e del loro tempo (molto) per fare in modo che le persone educate come te possano esprimere la propria opinione.

Questo però non significa che non possano esprimerla pure loro, anzi. E finchè non mancano di rispetto – come hai fatto tu con gli americani definendo il loro modo di fare “tutta immagine e niente cervello” – la “figura di cacca” per loro resta dietro l’angolo.

P.S. Non c’è bisogno che io difenda le parole di Angelo, credo che si lascino leggere come si lascia leggere la tua risposta. Le prime ironiche, la seconda piena di rabbia. Se è vero che ti fa piacere partecipare alla vita di questo sito, magari, rileggilo e rileggiti.


Prima di tutto io ho parlato dell'operazione dei secchi d'acqua "tutta immagine e niente cervello" e non del popolo statunitense tutto, come si è volutamente e forzatamente fatto passare .....tra l'altro mi dovreste spiegare perché il fatto di tifare una squadra NBA vi investa del ruolo di difensori acritici e a spada tratta dell'americanismo, perché mi riesce incomprensibile !!!!....
Resta il fatto che quella usata nei miei riguardi, che definisci ironia, era una mera banalizzazione e una messa in ridicolo della mia persona e del mio pensiero, fatto passare per una specie di ritardato accecato da una supposta ideologia deviante, solo perché dissonante col "pensiero unico" che vige in questo forum, oltretutto da una persona che non mi conosce per nulla...
Infine se secondo te non sono una persona educata e in generale incompatibile con questo forum bannami pure a vita, ti giuro che non mi getto dal quinto piano e che continuerò comunque a tifare Celtics !!!
Legend
+5 #63 Legend 2014-09-01 15:56
Citazione Zappateer:
Prima di tutto io ho parlato dell'operazione dei secchi d'acqua "tutta immagine e niente cervello" e non del popolo statunitense tutto, come si è volutamente e forzatamente fatto passare ...


Passami la licenza poetica… un par di palle. Hai scritto “tipica americanata”, il che suggerisce che la maggior parte (“tipica”) delle espressioni americane siano tutta immagine e niente cervello. Ho molti amici americani e non si permetterebbero mai di scrivere "tipica italianata, spaghetti e mandolino".

Ma non voglio mettermi a giocare sulle parole, se diverse persone le hanno interpretate come Angelo Merendi i motivi possono essere due: o siamo tutti stupidi, oppure capiamo fin troppo bene. E se uno te lo fa presente con garbo, invece di offenderti e mettere mille punti esclamativi, potresti pensarci sopra...

Citazione Zappateer:
Resta il fatto che quella usata nei miei riguardi…


Hai diritto al tuo punto di vista, a me invece sembra che tu te la sia presa per quella che era solo una battuta che, se presa nel modo giusto, ti avrebbe fatto guadagnare un amico. E credimi, posso dirti per esperienza personale che ad avere Angelo Merendi come amico si guadagna più che un tesoro.

Citazione Zappateer:
Infine se secondo te non sono una persona educata e in generale incompatibile con questo forum bannami pure a vita, ti giuro che non mi getto dal quinto piano e che continuerò comunque a tifare Celtics !!!


Zappateer, le regole le abbiamo spiegate mille volte e le sai. Non ti ho minacciato di ban e finchè quelle regole le rispetti per me non ci sono problemi.

Un giorno mi piacerebbe parlare con te a quattr’occhi di America, perché da quello che scrivi ho l’impressione che tu ne abbia un’immagine distorta…sia nel bene che nel male. In fondo anche il James Brown che tu citi nel tuo elenco ad un certo punto canta “Living In America” dove c’è qualche critica al sistema ma anche un “forse non stai cercando la terra promessa, ma potresti trovarla tra questi nomi familiari, New Orleans, Detroit City, Dallas, Pittsburgh P.A., New York City, Kansas City, Atlanta, Chicago ed L.A.”…il più bieco edonismo reaganiano…
Napoleon Dynamite 09
+5 #64 Napoleon Dynamite 09 2014-09-01 16:36
Mi permetto di entrare nel merito senza voler risultare inappropriato, ma francamente cercare "nemici fantasmi" soltanto perché una persona intelligente e capace sicuramente di fruire di un suo personalissimo percorso deduttivo ( il Signor Merendi, la cui analisi veloce mi trova in totale accordo sulla base di quanto letto) mi sbra fuori luogo. Così come il vedere qualcosa quando non è presente. Legend in questo contesto è l'autorità costituita che ha il diritto e l'onere di far rispettare le regole semplicissime di un sito aperto gentilmente a lettori come me e te. Se perché fa questo vuol dire che non ti voglia - Infine se secondo te non sono una persona educata e in generale incompatibile con questo forum bannami pure a vita - allora siamo fuori strada. Se un insegnante esige che l'alunno sia composto ed educato non vuole insegnargli? Se un vigile multa qualcuno che non ha documenti in regola non vuole che sia più un autista? Certe volte bisognerebbe rileggere tutti i commenti e rendersi conto di come sin possano vedere ombre là dove invece c'è solo luce. Questo, ripeto, senza entrare nel merito e senza avere alcuna facoltà per dire altro. Un commento di uno che ha trovato veramente fuori contesto ed esagerate alcune reazioni.
#65 Guest 2014-09-01 17:03
Questo commento è stato cancellato dall'Amministratore
Zio Trifoglio
+1 #66 Zio Trifoglio 2014-09-01 17:22
Citazione Napoleon Dynamite 09:
Un commento di uno che ha trovato veramente fuori contesto ed esagerate alcune reazioni.


e con me siamo in due :lol:
Zappateer
#67 Zappateer 2014-09-01 17:32
Citazione Napoleon Dynamite 09:
Mi permetto di entrare nel merito senza voler risultare inappropriato, ma francamente cercare "nemici fantasmi" soltanto perché una persona intelligente e capace sicuramente di fruire di un suo personalissimo percorso deduttivo ( il Signor Merendi, la cui analisi veloce mi trova in totale accordo sulla base di quanto letto) mi sbra fuori luogo. Così come il vedere qualcosa quando non è presente. Legend in questo contesto è l'autorità costituita che ha il diritto e l'onere di far rispettare le regole semplicissime di un sito aperto gentilmente a lettori come me e te. Se perché fa questo vuol dire che non ti voglia - Infine se secondo te non sono una persona educata e in generale incompatibile con questo forum bannami pure a vita - allora siamo fuori strada. Se un insegnante esige che l'alunno sia composto ed educato non vuole insegnargli? Se un vigile multa qualcuno che non ha documenti in regola non vuole che sia più un autista? Certe volte bisognerebbe rileggere tutti i commenti e rendersi conto di come sin possano vedere ombre là dove invece c'è solo luce. Questo, ripeto, senza entrare nel merito e senza avere alcuna facoltà per dire altro. Un commento di uno che ha trovato veramente fuori contesto ed esagerate alcune reazioni.

Va bene, allora la prossima volta che ci troveremo in disaccordo potrò tranquillamente dirle che lei disapprova "praticamente tutto quello che si trova fuori dai confini della Corea del Nord", certo che per lei non sia un'affermazione che banalizzi e ridicolizzi il suo pensiero....
Napoleon Dynamite 09
+4 #68 Napoleon Dynamite 09 2014-09-01 18:41
Mi dispiace, ma fatico a cogliere il nesso logico tra i due discorsi. Se io avessi un atteggiamento tale da farti pensare determinate cose, non muoversi accuse di lesa maestà. Piuttosto, se non fosse vero quanto da te illustrato, mi preoccuperei di farti presente su quali punti non ci sia accordo. Ma non ho altro da aggiungere. mi rendo conto che questa è una sconfitta di noi lettori da un certo punto di vista. Anzi, mi scuso io per prima con chi gestisce e porta avanti il sito. Mi scuso della mia, e nostra forse, poca maturità. Perché NOI lettori ( non tutti, non voglio genralizzare e al posto del noi forse dovrei usare l'io) non riusciamo ad apprezzare la grandezza del servizio regalatoci ( Ripeto, non parlo per nessuno se non per me, chiedo scusa di aver usato il noi). Che trovo realmente unico per , oltre la.competenza, l'etica lavorativa di chi ci scrive e di chi ci perde il tempo. e poi, il pensiero laterale che educa sempre alla sportività ed alla civiltà è qualcosa di incommensurabile. Per me che amo lo sport bon ha prezzo. E se in giro su facebook magari, come su tanti blog, si perde tempo ad augurare le peggio sciagure all'avversario o al dirigente, qui si va oltre e si omaggia oltre che i Celtica, il basket e lo sport. Ed è un lavoro unico.
Zio Trifoglio
+1 #69 Zio Trifoglio 2014-09-01 19:51
Citazione Napoleon Dynamite 09:
Mi dispiace, ma fatico a cogliere il nesso logico tra i due discorsi. Se io avessi un atteggiamento tale da farti pensare determinate cose, non muoversi accuse di lesa maestà. Piuttosto, se non fosse vero quanto da te illustrato, mi preoccuperei di farti presente su quali punti non ci sia accordo. Ma non ho altro da aggiungere. mi rendo conto che questa è una sconfitta di noi lettori da un certo punto di vista. Anzi, mi scuso io per prima con chi gestisce e porta avanti il sito. Mi scuso della mia, e nostra forse, poca maturità. Perché NOI lettori ( non tutti, non voglio genralizzare e al posto del noi forse dovrei usare l'io) non riusciamo ad apprezzare la grandezza del servizio regalatoci ( Ripeto, non parlo per nessuno se non per me, chiedo scusa di aver usato il noi). Che trovo realmente unico per , oltre la.competenza, l'etica lavorativa di chi ci scrive e di chi ci perde il tempo. e poi, il pensiero laterale che educa sempre alla sportività ed alla civiltà è qualcosa di incommensurabile. Per me che amo lo sport bon ha prezzo. E se in giro su facebook magari, come su tanti blog, si perde tempo ad augurare le peggio sciagure all'avversario o al dirigente, qui si va oltre e si omaggia oltre che i Celtica, il basket e lo sport. Ed è un lavoro unico.


continuiamo ad essere in due :lol:
Napoleon Dynamite 09
+1 #70 Napoleon Dynamite 09 2014-09-01 20:23
Citazione Zio Trifoglio:


continuiamo ad essere in due :lol:



Il che mi fa sentire meno pirla. Bene . E grazie Zio. :)
Legend
+5 #71 Legend 2014-09-01 20:46
Citazione Napoleon Dynamite 09:
...la grandezza del servizio regalatoci Che trovo realmente unico per , oltre la.competenza, l'etica lavorativa di chi ci scrive e di chi ci perde il tempo. e poi, il pensiero laterale che educa sempre alla sportività ed alla civiltà è qualcosa di incommensurabile.


Ti ringrazio. A volte a in redazione ci viene il dubbio che quello che facciamo non serva a molto, ma poi un commento come il tuo dimostra abbondantemente che ci sono lettori senza nome (non ti chiamerai mica Napoleon Dynamite...) che capiscono.
#72 Guest 2014-09-01 21:16
Questo commento è stato cancellato dall'Amministratore
#73 Guest 2014-09-01 21:45
Questo commento è stato cancellato dall'Amministratore
Angelo
+4 #74 Angelo 2014-09-01 21:56
Uella, che casino! :-)

Ringrazio Fabio, Zio e Napoleon per aver difeso il "pensiero unico" del sito :lol: . Da parte mia, un po' perchè non voglio scatenare ulteriori flame, un po' perchè chiunque può leggere i messaggi e farsi un'idea, evito di aumentare ulteriormente l'entropia dell'universo...

Tuttavia è evidente che io abbia commesso degli errori, a scelta:

1) Ho supposto che Zappateer abbia delle specifiche idee politiche basandomi su un campione di messaggi poco rappresentativo, a onor del vero non limitato a quanto esposto in questa sede ma anche a qualche commento relativo a un articolo dell'anno scorso sull'attentato alla Maratona di Boston (ma questa non è una giustificazione)
2) L'intento del mio messaggio non voleva essere denigratorio (ognuno ha le idee che ha, legittimamente); è tuttavia evidente che mi sono preso delle libertà con una persona che non conosco, che non conosce il mio modo di scrivere e di rapportarmi con le persone che frequentano questo sito e che dunque ho creato i presupposti per un "litigio", oltretutto con la battuta sulla Corea del Sud che, perlappunto, voleva essere solo una battuta ma che non teneva conto del fatto che mi stavo rapportando con un utente che scrive solo una volta ogni tanto.

Intendiamoci, trovo che la risposta sia comunque eccessivamente aggressiva, tra accuse di "pensiero unico", di "chi sei? Chi ti conosce?" "figure di cacca", di voler ergersi a difensori dell'americanismo solo perchè tifosi dei Celtics (oltretutto, almeno personalmente, non sono per nulla filo-americano, sempre che quest'espressione abbia un significato) e una serie di frasi assolutamente infelici...sarebbe bastato un semplice "scusa, ma cosa intendi dire?" e avremmo rsolto tutto in un minuto.

Ora che mi rileggo, ho ceduto alla tentazione di aumentare l'entropia dell'universo... :-)

PS: ma perchè sono diventato il "signor Merendi"? :D
Zappateer
+4 #75 Zappateer 2014-09-02 08:42
Citazione Angelo:
Uella, che casino! :-)

Ringrazio Fabio, Zio e Napoleon per aver difeso il "pensiero unico" del sito :lol: . Da parte mia, un po' perchè non voglio scatenare ulteriori flame, un po' perchè chiunque può leggere i messaggi e farsi un'idea, evito di aumentare ulteriormente l'entropia dell'universo...

Tuttavia è evidente che io abbia commesso degli errori, a scelta:

1) Ho supposto che Zappateer abbia delle specifiche idee politiche basandomi su un campione di messaggi poco rappresentativo, a onor del vero non limitato a quanto esposto in questa sede ma anche a qualche commento relativo a un articolo dell'anno scorso sull'attentato alla Maratona di Boston (ma questa non è una giustificazione)
2) L'intento del mio messaggio non voleva essere denigratorio (ognuno ha le idee che ha, legittimamente); è tuttavia evidente che mi sono preso delle libertà con una persona che non conosco, che non conosce il mio modo di scrivere e di rapportarmi con le persone che frequentano questo sito e che dunque ho creato i presupposti per un "litigio", oltretutto con la battuta sulla Corea del Sud che, perlappunto, voleva essere solo una battuta ma che non teneva conto del fatto che mi stavo rapportando con un utente che scrive solo una volta ogni tanto.

Intendiamoci, trovo che la risposta sia comunque eccessivamente aggressiva, tra accuse di "pensiero unico", di "chi sei? Chi ti conosce?" "figure di cacca", di voler ergersi a difensori dell'americanismo solo perchè tifosi dei Celtics (oltretutto, almeno personalmente, non sono per nulla filo-americano, sempre che quest'espressione abbia un significato) e una serie di frasi assolutamente infelici...sarebbe bastato un semplice "scusa, ma cosa intendi dire?" e avremmo rsolto tutto in un minuto.

Ora che mi rileggo, ho ceduto alla tentazione di aumentare l'entropia dell'universo... :-)

PS: ma perchè sono diventato il "signor Merendi"? :D


Va bene così, finiamola qui...ammetto di aver reagito con forza, ma mi sono sentito messo in mezzo come uno zimbello per far ridere gli amici e, se permetti, non è una condizione piacevole quando vieni fatto passare per uno con cui, cito testualmente, "diventa difficile anche solo pensare di fare una discussione"....
In conclusione ho apprezzato la tua precisazione e la tua onestà.
Mi auguro di conversare amabilmente con te, soprattutto a commento di qualche vittoria dei C's, anche se la vedo veramente dura quest'anno....

Per poter usare i comenti agli articoli è necessaria la registrazione